mercoledì , 19 settembre 2018
AE NEWS
Home < NOVITA' < Amplificatori multigresso da palo MAP EVO di Fracarro

Amplificatori multigresso da palo MAP EVO di Fracarro

La nuova generazione di amplificatori multigresso da palo MAP EVO di Fracarro si caratterizza per una innovativa funzionalità, progettata dal reparto ricerca e sviluppo Fracarro. Alcuni modelli, determinati in base alle caratteristiche di utilizzo, sono dotati del circuito CLIPPER, che limita automaticamente il guadagno dell’ingresso UHF del dispositivo, in modo da garantire il massimo livello di uscita RF disponibile (LED acceso) e contemporaneamente ridurre al minimo l’intermodulazione (RED compliant). In accordo con le recenti disposizioni RED, tutti gli amplificatori serie MAP EVO sono stati dimensionati per garantire il pieno rispetto degli obblighi normativi riguardanti lo Spettro Radio, la Compatibilità Elettromagnetica e la Sicurezza. I MAP EVO lavorano ad amplificazione separata nelle bande VHF e UHF, gestendo indipendentemente i segnali in ingresso provenienti dalle diverse antenne. Grazie al telaio in pressofusione, che racchiude la sezione di amplificazione, questi amplificatori offrono un’alta schermatura contro i disturbi LTE. La nuova campana protettiva da esterno in ABS è dotata di apertura a slitta semplificata e sistema di basculamento della sezione di amplificazione. Così il lavoro dell’installatore in fase di collegamento e messa in opera dell’amplificatore risulta più facile. I quindici modelli MAP EVO presenti in gamma, disponibili a 12 Vdc o a 24 Vdc, sono predisposti per regolare separatamente il guadagno (da 0 a 15 dB) e si caratterizzano per l’alto livello di uscita (116 dBuV in banda UHF) e la bassa figura di rumore; sono quindi in grado di fornire il segnale corretto anche in un impianto di distribuzione TV mediamente complesso. Tutti i MAP EVO sono dotati di dip-switch per l’inserimento della tele-alimentazione su un ingresso UHF, o, a seconda del modello, sull’ingresso V+U. Ogni amplificatore è dotato infine di un LED che indica la presenza dell’alimentazione, utile per individuare immediatamente eventuali cortocircuiti nei cavi di collegamento RF.

 

N°5-2018