mercoledì , 19 giugno 2019
AE NEWS
Home < NEL PROSSIMO NUMERO < La selettività in bassa tensione

La selettività in bassa tensione

Se si desidera progettare un impianto che, in caso di guasti, sia efficiente è necessario che per esso si utilizzino opportune caratteristiche di selettività
Un buon sistema di protezione deve essere in grado di:
– capire cosa è avvenuto e dove è avvenuto, discriminando tra situazioni anomale ma tollerabili e situazioni di guasto all’interno della propria zona di influenza, evitando interventi intempestivi;
– agire più velocemente possibile per contenere i danni salvaguardando la continuità e la stabilità dell’alimentazione.
Le soluzioni nascono dal compromesso tra queste due esigenze antitetiche e sono definite in funzione di quale sia il requisito privilegiato. Per quanto riguarda la norma relativa agli impianti di bassa tensione CEI 64-8 “Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua” essa afferma che: “Quando più dispositivi di protezione sono disposti in serie e quando le necessità di esercizio lo giustificano, le loro caratteristiche di funzionamento devono essere scelte in modo da disconnettere dall’alimentazione solo la parte dell’impianto nella quale si è verificato il guasto.”

 

……….articolo completo sul numero di Giugno