mercoledì , 26 luglio 2017
AE NEWS
Home < NEWS ATTUALITA' < Le prime due EcoIsole Ecolight in Toscana e in Veneto

Le prime due EcoIsole Ecolight in Toscana e in Veneto

4090_ecoisola.webL’area metropolitana di Firenze apre una nuova frontiera per la raccolta dei rifiuti elettronici. Quadrifoglio e Consorzio Ecolight hanno posizionato lo scorso 19 gennaio, presso il punto vendita di Ikea di Sesto Fiorentino e presso il  Centro Commerciale “I Gigli” di  Campi Bisenzio, le prime due EcoIsole della Toscana per la raccolta dei piccoli Raee – rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche.
Anche il Veneto apre una nuova frontiera per la raccolta dei rifiuti elettronici. Consorzio Ecolight e Veritas hanno posizionato il 18 febbraio, presso i punti vendita di Leroy Merlin di Mestre (Ve) e Marcon (Ve) le prime due EcoIsole del Veneto per la raccolta dei piccoli Raee – rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche.
Questi nuovi cassonetti intelligenti di prossimità permettono ai cittadini di buttare gratuitamente cellulari, piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo e lampadine a risparmio energetico non più funzionanti, garantendo la tracciabilità dei rifiuti così raccolti.
Le EcoIsole di Ikea, I Gigli, Leroy Merlin e Veritas, rispondono a due esigenze importanti. Anzitutto, agevolano il cittadino-consumatore nel conferire correttamente il proprio rifiuto trovando posto nelle aree commerciali ad alta frequentazione: viene data così un’ulteriore possibilità di corretto conferimento in aggiunta alle Ecostazioni, all’Ecofurgone e all’Ecotappe di Quadrifoglio. Inoltre, questo sistema riesce a dare una risposta concreta agli obblighi che la nuova normativa Raee ha introdotto. In particolare, risponde al principio dell’Uno contro Zero, che impone alla grande distribuzione di ritirare i piccoli Raee gratuitamente da chiunque, non solo dai clienti del punto vendita.
Come funziona? Ognuna delle due EcoIsole Raee ha dimensioni contenute (1,5×1,2×1,5 metri) e non necessita della presenza di alcun operatore. L’accesso per il consumatore è estremamente semplice: basta l’identificazione con la tessera sanitaria e, indicando il tipo di prodotto da smaltire (se un piccolo elettrodomestico o una lampadina), il cassonetto apre lo sportello giusto, nel quale mettere il rifiuto. Quando i contenitori interni sono pieni, la macchina avvisa i tecnici via sms. I rifiuti conferiti vengono tracciati dal momento del conferimento fino al trattamento e recupero, nell’intento di prevenire il traffico illegale dei Raee. Al consumatore viene poi rilasciato uno scontrino a conferma dell’avvenuto conferimento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

01.03.16