mercoledì , 26 luglio 2017
AE NEWS
Home < NEWS ATTUALITA' < Mobilità sostenibile: cinque innovazioni che faranno strada

Mobilità sostenibile: cinque innovazioni che faranno strada

rinnovabili-itElettrica, intelligente, innovativa. La mobilità sostenibile che vedremo affermarsi in futuro dovrà avere queste tre caratteristiche fondanti. Ma i semi delle spettacolari tecnologie che potrebbero affermarsi nei prossimi anni sono già stati piantati. Tra le molte invenzioni che quasi ogni giorno si accavallano nel vivace mondo della mobilità, ne sono state selezionate cinque che potrebbero fare strada.

  • L’autobus che salta le code
    I giganteschi ingorghi di automobili che intasano le strade delle megalopoli cinesi non saranno un problema per il Transit Explore Bus (TEB), presentato all’expo della tecnologia di Pechino dall’omonima società con sede nella capitale. Sostenuto da due gambe che corrono lungo rotaie posate lungo la strada, il TEB somiglia ad una galleria in movimento, che scivola sopra le auto in coda ad una velocità che può toccare i 60 km/h. Dal canto loro, i veicoli più bassi di due metri possono transitare liberamente sotto il bus, anche quando è fermo.
  • Next, l’auto elettrica modulare
    Quelle del futuro non saranno solo auto elettriche, ma si guideranno da sole e potranno collegarsi tra loro fisicamente, come vagoni di un treno. Così, sarà possibile attaccare il proprio mezzo alla “carrozza ristorante”, e prendere il caffè mentre si va verso il posto di lavoro.
  • Hyperloop, il treno del futuro
    Dell’ambizioso sistema di trasporto iper veloce del Ceo di Tesla, Elon Musk, si parla da tempo, ma i primi test si svolgeranno quest’anno in California. Hyperloop promette di rendere i viaggi del futuro decisamente più brevi: percorrere i 610 km che separano Los Angeles da San Francisco richiederebbe solo 30 minuti, grazie ad una velocità media di crociera di oltre 1000 km orari. Per raggiungerla, il concept sostituisce le tradizionali rotaie con dei tubi a bassa pressione in cui capsule pressurizzate galleggiano su un cuscino d’aria.
  • Il primo traghetto elettrico
    Si chiama Ampère il primo traghetto al 100% elettrico. Il battesimo dell’acqua lo ha ricevuto in Norvegia, dove il battello sta dando già prova delle sue capacità, facendo sponda tra i moli delle città Lavik e Oppedal nel Sognefjord. Affidandosi solo all’energia del suo pacco batterie, Ampère affronta il tragitto 34 volte al giorno ad una velocità di 10 nodi, con 360 passeggeri e 120 veicoli a bordo.
  • Auto elettrica fai da te
    L’auto elettrica di domani sarà modulare, open source e molto più economica. Potremo costruirla direttamente in garage e cambiare in autonomia qualsiasi pezzo si rompa o non ci piaccia. Il prototipo si chiama Pixel, la prima auto elettrica a prezzi competitivi. Costa meno di 10 mila euro, ed è speciale perché può costruirsela chiunque, come chiunque può montare un tavolo o una libreria. A venirci incontro è la semplicità del design: ogni veicolo è composto da soli 580 pezzi, mentre un’auto “normale” ne contiene da 6 a 10 mila. L’autonomia garantita è di 100 chilometri (Fonte: Rinnovabili.it).

 

 

 

 

 

 

 

 

21.10.16