martedì , 21 gennaio 2020
AE NEWS
Home < NOVITA' < Nuova APP iDEFENDER l’impianto antintrusione Fracarro

Nuova APP iDEFENDER l’impianto antintrusione Fracarro

Grazie alla nuova APP iDEFENDER l’impianto antintrusione Fracarro dispone oggi di funzionalità innovative, prima fra tutte la videoverifica per il controllo in tempo reale del proprio impianto. In caso di allarme, l’app invia le notifiche video provenienti dalla telecamera associata alla zona interessata dall’evento; è inoltre possibile ricevere le notifiche da tutte le telecamere ONVIF Fracarro collegate all’impianto, fino a un massimo di 8 a seconda del modulo LAN installato. Su richiesta dell’utente, anche in assenza di allarme, l’applicazione consente inoltre la visione dei video ripresi dalle telecamere, utili per attivare eventuali automazioni domestiche o per monitorare in qualsiasi momento i propri spazi abitativi. Progettata dal reparto Ricerca e Sviluppo interno, iDEFENDER è semplice da utilizzare perché si serve del servizio FRCLOUD e non necessita di alcuna configurazione del router; la sicurezza è garantita dal momento che è Fracarro stessa a gestire il servizio in un cloud europeo. Con la nuova APP iDefender il livello di sicurezza viene aumentato grazie all’autenticazione dell’utente attraverso email e password o con il proprio account social; collegandosi da qualsiasi dispositivo, i dati e le impostazioni sono sempre disponibili. L’applicazione inoltre crea un’associazione diretta tra utente e impianto, generando un codice temporaneo da inserire in centrale tramite la tastiera del sistema antintrusione, per una sicurezza ancora maggiore. Grazie all’APP iDefender è possibile gestire numerosi impianti (fino a 10) e numerosi utenti, monitorando tutti gli eventi con semplicità. Grazie alle uscite digitali delle centrali Defender, l’APP permette di comandare fino a 32 attuatori per l’attivazione di automazioni domestiche come ad esempio l’accensione automatica delle luci, dell’impianto di irrigazione e degli elettrodomestici, oppure la chiusura e l’apertura degli accessi.

 

N°8-2019