domenica , 26 maggio 2019
AE NEWS
Home < NEWS DALLE AZIENDE < Nuovo software per le analisi termiche

Nuovo software per le analisi termiche

FLIR Systems ha presentato FLIR Research Studio, un nuovo software per l’analisi di immagini termiche dedicato ad applicazioni scientifiche e di ricerca e sviluppo (R&D). FLIR Research Studio, scaricabile in prova gratuita, è un software multipiattaforma disponibile in 22 lingue che consente ai team di ricerca e sviluppo e agli ingegneri di collaborare nelle attività di raccolta, analisi e condivisione dei dati termici. In combinazione con una termocamera FLIR per applicazioni scientifiche, FLIR Research Studio è la soluzione ideale per i team di ricerca e sviluppo. FLIR Research Studio è un software collaborativo facile da usare da tutti gli utenti a qualsiasi livello, dotato di potenti strumenti necessari per l’analisi di dati termici complessi acquisiti dal vivo e registrati, e la produzione di risultati significativi. Disponibile in ambiente Windows, MacOS o Linux, Research Studio consente di registrare e valutare i dati provenienti da più termocamere FLIR e fonti registrate simultaneamente sulle diverse piattaforme. Il software consente di visualizzare l’impatto delle differenze di temperatura tra i diversi soggetti e di generare grafici lineari e tempo/temperatura prelevando i dati da più file. Le complete funzionalità di FLIR Research Studio, come ad esempio i workspace personalizzati, agevolano il lavoro dei team di ricerca e sviluppo aumentando efficienza e produttività. La connessione plug-and-play con più termocamere FLIR e il flusso di lavoro semplificato “connetti, registra, condividi” consentono agli utenti di iniziare immediatamente a collaborare. Il software consente di salvare i propri workspace per illustrare visivamente i risultati ai colleghi. Per facilitare la condivisione e la creazione di rapporti è possibile esportare video, file in formato CSV e in altri formati di terze parti. La possibilità di selezionare l’interfaccia utente nella propria lingua contribuisce a ridurre il rischio di interpretazioni errate dei risultati e ad aumentare l’efficienza.

 

10.05.19