sabato , 21 aprile 2018
AE NEWS
Home < NEWS ATTUALITA' < Parte la campagna informativa sulla fine della tutela elettrica

Parte la campagna informativa sulla fine della tutela elettrica

Vicinanza ai clienti, trasparenza della comunicazione, sicurezza. Si basa su questi tre princìpi la nuova campagna di Agsm per informare i cittadini su che cosa cambierà con l’abolizione dall’1 luglio 2019 del regime della tutela elettrica. Una campagna necessaria per informare le numerose persone (23milioni in Italia, 63 per cento del mercato) che, ancora oggi, acquistano l’energia in regime di tutela e che, verosimilmente, mancano degli strumenti adeguati per prendere decisioni su che cosa fare. La campagna di Agsm partirà a gennaio 2018 con annunci pubblicitari sui media locali (stampa e radio), affissioni e pubblicità sui mezzi di trasporto pubblico, punti informativi e comunicazione attraverso organizzazioni con presenza diffusa sul territorio.
I tre soggetti degli annunci pubblicitari contengono domande che molte persone si pongono accompagnate da un numero di telefono dedicato al quale rivolgersi (045 2212123):

  • perché avere un’informazione sulla bolletta è così difficile?
  • come mai sulla bolletta elettrica c’è oggi un nuovo marchio senza che si sia deciso di cambiare il fornitore?
  • dicono che finirà la tutela per l’energia elettrica, che cosa vuol dire?

Domande semplici alle quali, spesso, non corrispondono risposte chiare mentre, in vista dell’introduzione del nuovo regime, si moltiplicano le offerte degli operatori. La campagna informativa sarà realizzata anche attraverso i nove uffici di Agsm Energia nella provincia e l’ufficio di assistenza e consulenza itinerante. Agsm Energia definirà inoltre partnership con enti e associazioni con presenza diffusa sul territorio per istituire punti informativi e di consulenza. Con la campagna informativa, Agsm mette al primo posto l’obiettivo di aiutare a scegliere in una fase che presenta ancora incertezze per chi continua ad avvalersi del regime di tutela. Oggi si possono attivare le forniture pagando energia e gas al prezzo regolamentato stabilito (trimestralmente) dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (mercato tutelato), oppure scegliendo il prezzo più conveniente (fisso o variabile) sul mercato libero. L’1 luglio 2019 arriverà a compimento il percorso di liberalizzazione del mercato avviato in Italia nel ‘99 con il decreto Bersani e proseguito nel 2007: il cliente non potrà più pagare l’energia e il gas al prezzo tutelato, ma dovrà scegliere un fornitore sul libero mercato. Sarà possibile continuare a comprare l’energia dallo stesso fornitore utilizzato nel regime tutelato, ma prima di sottoscrivere il contratto sarà opportuno valutare le opportunità offerte dal mercato. È quanto mai utile, quindi, disporre d’informazioni chiare e corrette anche sulle eventuali conseguenze di una mancata scelta del fornitore dopo l’1 luglio 2019, non ancora completamente disciplinate.

 

11.01.18