giovedì , 20 luglio 2017
AE NEWS
Home < NEWS ATTUALITA' < Pile esauste: Erp e Politecnico di Milano insieme per una corretta raccolta

Pile esauste: Erp e Politecnico di Milano insieme per una corretta raccolta

Si è tenuta il 7 giugno presso l’Aula Magna del Politecnico di Milano la presentazione del progetto di sensibilizzazione ambientale sviluppato in partnership con Erp Italia che prevede l’installazione di 25 contenitori per la raccolta delle pile esauste nelle due sedi milanesi dell’Ateneo (la sede storica di Città Studi e la sede di Bovisa) con coinvolgimento dell’intera comunità politecnica. Il progetto-pilota, attualmente in fase di sviluppo, che sarà possibile realizzare grazie ad un accordo tra Erp Italia e Amsa, Azienda Milanese Servizi Ambientali, che gestisce la raccolta dei rifiuti per il Comune di Milano, vede la collocazione di 17 contenitori nella sede storica di Città Studi e 8 nella sede di Bovisa, caratterizzati dalla presenza di una cartellonistica a scopo didattico-divulgativo. Nella raccolta delle pile esauste è coinvolta una popolazione di circa 38.000 studenti e circa 5.500 dipendenti e collaboratori. In affiancamento al progetto è stato previsto lo svolgimento di un tirocinio volto a monitorare e ad analizzare i risultati ottenuti. La collaborazione tra Erp Italia, tra i primi Sistemi Collettivi in Italia in termini di raccolta di rifiuti di apparecchiature elettriche (Raee) e rifiuti di pile e accumulatori (Rpa), e il Politecnico di Milano è stata presentata nel corso del convegno “Gestione dei Raee, delle Pile e degli Accumulatori in Italia. Come implementare localmente in modo efficiente le Direttive Europee” che si è svolto a Milano nell’Aula Magna del Politecnico di Milano, sede di Città studi. Il convegno, che era collocato tra gli eventi organizzati dal Politecnico di Milano nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile (22/05/17-07/06/17), è stato promosso congiuntamente dal Servizio Sostenibilità di Ateneo e da Erp Italia e ha visto la partecipazione dei protagonisti nazionali e locali del sistema di raccolta delle pile e degli accumulatori portatili e di alcuni stakeholder istituzionali, con lo scopo di illustrare le criticità ma anche le opportunità che caratterizzano il contesto tecnico e normativo di riferimento (scala europea, italiana e locale), con un focus particolare sulle possibili azioni per incrementare la raccolta delle pile monouso e ricaricabili.

 

 

19.06.17