lunedì , 18 dicembre 2017
AE NEWS
Home < NOVITA' < Programma per illuminazione architettonica e non solo

Programma per illuminazione architettonica e non solo

Il programma Panos infinity di Zumtobel è sinonimo di illuminazione architettonica formalmente unitaria. Le quattro varianti presentate estendono le possibilità di realizzare soluzioni del tutto personalizzate. In ogni modello Panos la distribuzione fotometrica è studiata per necessità illuminotecniche specifiche, comprese quelle di luce puramente funzionale. In altre parole, il programma riesce a soddisfare ogni esigenza che si presenti in un edificio: illuminazione generale e d’accento, di piani orizzontali e verticali. Tutto questo con la capacità di esaltare i dettagli, di strutturare, di creare un’atmosfera piacevole. È un programma di forte valenza estetica, completo di ogni variante necessaria e capace di mettere le ali alla creatività di ogni progettista. L’ampia scelta comprende innanzitutto forme rotonde o quadrate, con cornice o senza. Le misure del diametro o del lato sono tre: 68, 100 e ora anche 200 mm. Sia i downlight che i modelli wallwasher entrano in armonia con le architetture e, al contempo, garantiscono un’illuminazione corretta, l’effetto voluto e il massimo dell’efficienza. A caratterizzare i sistemi di lenti sono innanzitutto la precisione dell’orientamento e l’assenza di dispersioni, in secondo luogo la possibilità di variare gli angoli di emissione. Con il fascio più stretto, il riflettore assume una funzione più che altro decorativa. Le luminanze si riducono, l’abbagliamento sparisce, il comfort visivo si perfeziona. Ma anche la tecnologia dei riflettori ha la sua importanza nei downlight, soprattutto in quelli di grosse dimensioni e con flussi luminosi concentrati. Con riflettori opportunamente costruiti non occorrono complessi sistemi di lenti. L’aspetto d’insieme dell’impianto si mantiene unitario anche se i singoli apparecchi hanno funzioni mirate. A diversificare l’illuminazione contribuisce anche la tonalità della luce: si può scegliere l’opzione “warm dimming”, con la rilevante resa cromatica Cri> 90, oppure le temperature di colore 2.700, 3.000 e 4.000, oltre ai 3.500 K per il mercato americano.

 

03.17