sabato , 21 ottobre 2017
AE NEWS
Home < NOVITA' < Schneider Electric

Schneider Electric

Schneider Electric ha annunciato che favorirà l’utilizzo di batterie agli ioni di litio (Li-ion) in alternativa alle batterie al piombo acido con valvola di regolazione VRLA (Valve Regulated Sealed Lead-Acid) per molti dei propri gruppi di continuità trifase (UPS). Grazie alla disponibilità di questa innovativa tipologia di immagazzinamento dell’energia, Schneider Electric è in grado di risolvere alcune delle principali problematiche che i clienti si trovano ad affrontare nell’utilizzo degli UPS, tra cui le seguenti. Grazie alle batterie agli ioni di litio si ha una riduzione significativa dell’ingombro e del peso degli UPS che consente un impiego più efficace dello spazio. Si tratta di modelli che occupano circa un terzo dello spazio, o anche meno, rispetto alle analoghe soluzioni basate su batterie VRLA a parità di potenza. La lunga durata delle batterie al litio riduce notevolmente gli oneri relativi ai costi di manutenzione e di sostituzione delle batterie. Anche se le batterie basate su VRLA continuano a essere la principale tecnologia di accumulo di energia per gli UPS per il basso costo e l’elevata affidabilità, gli ioni di litio stanno diventando un’opzione sempre più attraente per un numero crescente di clienti. Anche se il costo iniziale è ancora superiore rispetto a quello delle VRLA, la differenza di prezzo si è ridotta in modo significativo negli ultimi anni. E nell’utilizzo a lungo termine, le soluzioni agli ioni di litio possono consentire un risparmio sul TCO tra il 10% e il 40%.” Alcuni modelli di batterie agli ioni di litio sono disponibili (o lo saranno a breve) per gli UPS Symmetra MW, Galaxy VM e Galaxy 7000, a cui si aggiungeranno ulteriori opzioni per UPS trifase nel corso del 2016 e del 2017.

 

01-02.17