martedì , 10 dicembre 2019
AE NEWS
Home < NOVITA' < Segnalazioni ottiche con installazione “a scomparsa”

Segnalazioni ottiche con installazione “a scomparsa”

Realizzata nell’ottica di soddisfare al meglio le esigenze dei diversi ambienti di destinazione, la linea di segnalazioni ottiche AVE Touch con installazione a “scomparsa” permette all’installatore di assecondare le richieste della committenza in ambito residenziale, terziario e alberghiero, aggiungendo valore all’impianto grazie all’estetica unica delle placche Ave Touch. La soluzione offerta da AVE è un dispositivo di segnalazione luminosa/illuminazione segnapasso personalizzabile per mezzo di pellicole intercambiabili, con la possibilità di regolare l’intensità luminosa dell’area dedita alla segnalazione. Questo prodotto viene già fornito con 2 diverse pellicole texture optical in dotazione. Opzionalmente l’utente può scegliere tra un vasto elenco di pellicole con simboli (Alarm, WC, Estintore ecc.) e scritte differenti per le segnalazioni, oppure orientarsi sulle pellicole colorate per l’utilizzo del dispositivo come segnapasso o luce di cortesia. Attraverso un unico codice prodotto (cod. 442TC76), dunque, l’installatore può proporre un ampio spettro di soluzioni, tutte esteticamente coordinate tra loro. Il modulo di segnalazione luminosa infatti è avvalorato dall’innovativo sistema d’installazione AVE Touch “a scomparsa”: la pellicola intercambiabile e la placca dedicata celano il dispositivo rendendo la segnalazione luminosa ben visibile sulla parete ed ottenendo come risultato finale un effetto di piena continuità con il resto dell’impianto. La gamma di placche AVE Touch consente di completare il modulo di segnalazione attraverso esclusivi design in vetro (bianco e nero assoluto a finitura lucida, verde acqua e grigio argentato a finitura opaca) e in alluminio spazzolato (naturale o color antracite), perfettamente coordinate alle rispettive linee di placche tradizionali (con finestra per l’inserimento dei frutti) e all’innovativo sistema touch di AVE.

 

N°5-2019