giovedì , 20 luglio 2017
AE NEWS
Home < NEWS ATTUALITA' < Sick e Kuka insieme, in un evento Industry 4.0

Sick e Kuka insieme, in un evento Industry 4.0

SICK_KUKA_S3000Una delle maggiori sfide di Industry 4.0 riguarda la flessibilità dei workflow, che può essere raggiunta solo con un’interazione sempre più stretta tra uomo e macchina. Questo significa che operatori e robot devono lavorare contemporaneamente nello stesso spazio, in assoluta sicurezza.
Il prossimo 16 giugno, Sick, produttore leader di sensori e soluzioni per l’automazione industriale, e Kuka, azienda leader nel campo della robotica, mostreranno alcuni esempi di robotica sicura all’evento “Safety, 3D Vision and Bin Picking, a Sick and Kuka collaboration”. La giornata, gratuita ed aperta a tutti gli operatori, previa registrazione, si terrà presso il Kuka Application Centre di Rivoli (TO).
Dopo una breve sessione introduttiva dedicata alle novità della robotica e ai casi di successo in cui sono state implementate soluzioni create da Sick e Kuka, nello showroom Kuka sarà possibile assistere a dimostrazioni live per meglio capire come le soluzioni complete di Sick siano capaci di rispondere a specifiche esigenze della robotica, anche collaborativa. Nello spazio saranno presenti 3 celle robot Kuka equipaggiate con sensori Sick per la messa in sicurezza degli operatori, per la scansione dell’ambiente di lavoro e per il riconoscimento di oggetti nelle attività di pick&place.
“Scanner di sicurezza e sensori di visione sono il cuore del funzionamento di qualsiasi robot intelligente, afferma Costantino Ghigliotti, Sales Manager Factory Automation di Sick
Le soluzioni offerte da Sick trovano applicazione nel campo della robotica non solo per la messa in sicurezza delle aree di lavoro, ma anche per l’identificazione degli oggetti.
Pensiamo, ad esempio, alle applicazioni di Bin Picking in cui si ha una prima fase di localizzazione, riconoscimento e presa di strumenti posizionati all’interno di box grazie a telecamere 3D che restituiscono informazioni precise su volume ed altezza degli oggetti scansionati, anche con contrasto minimo o variabile, e una seconda fase in cui i pezzi prelevati devono essere spostati in un’area dove sono presenti operatori umani. In questo caso i laser scanner di sicurezza S300 e S3000 di Sick segnalano se una persona entra nell’area di lavoro, rallentando o bloccando il robot stesso, garantendo flessibilità, sicurezza ed efficienza”.

 

Sistema di visione robotica PLB

Il sistema di visione PLB di Sick è progettato per la localizzazione precisa di oggetti posti in cassoni e contenitori in modo casuale, con una velocità di 5-6 secondi. Il sistema può identificare pezzi di dimensioni maggiori di 100mm in tutte le dimensioni, con un’accuratezza inferiore a ±2 mm e ±1 grado di rotazione.
PLB utilizza i modelli CAD tridimensionali per localizzare all’interno della nuvola di punti l’oggetto anche in presenza di scenari complessi. Il software incluso gestisce la completa rotazione 3D dei pezzi e la loro sovrapposizione per personalizzare ogni applicazione. Inoltre controlla le collisioni durante la presa, impiega modelli CAD 3D dei pezzi e della pinza di presa come input, e restituisce le possibili posizioni di presa in coordinate robot.
La telecamera 3D di cui è dotato il sistema acquisisce immagini indipendenti dalle caratteristiche dei pezzi e dai movimenti esterni. Le immagini prodotte sono di alta qualità, e la robustezza della camera rende il sistema insensibile a variazioni di contrasto e colore, risultando ideale per l’utilizzo in applicazioni per la movimentazione di parti metalliche.
Sia i componenti hardware che software sono pronti all’uso e possono entrare in funzione senza ulteriori predisposizioni. Inoltre, la flessibilità di PLB consente di variare i formati in lavorazione in celle di lavoro già funzionanti. Progettato per una semplice integrazione e la massima flessibilità, è in grado di lavorare in applicazioni con alti tassi di produzione, anche in condizioni difficili.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

06.06.16