giovedì , 20 luglio 2017
AE NEWS
Home < PRODOTTI < Sistema di sicurezza ibrido

Sistema di sicurezza ibrido

RISCRisco Group, leader a livello globale in soluzioni di sicurezza integrate, presenta il sistema di sicurezza ProSYS Plus, progettato specificatamente per installazioni commerciali. La conformità agli standard di Grado 3, alla base dell’intera gamma di soluzioni di sicurezza ibride basate su cloud di Risco, rende ProSYS Plus una scelta ideale per un ampio ventaglio di progetti su larga scala, quali complessi di uffici, ospedali, campus universitari, siti logistici e infrastrutture critiche, così come per strutture residenziali di alto livello.
ProSYS Plus utilizza un’unica piattaforma hardware che, utilizzando l’innovativo meccanismo di licenze “pay as you grow”, consente agli installatori di iniziare un progetto con il numero esatto di zone richieste, che possono essere successivamente integrate, fino a 512 zone, senza dover sostiture il sistema centrale. Questo avanzato meccanismo di licenze garantisce ulteriore flessibilità a progetti di piccole e grandi dimensioni, semplificando la gestione del magazzino per gli addetti all’installazione e alla manutenzione.
È in grado di supportare le più avanzate tecnologie di comunicazione disponibili, tra cui multi-socket IP, 2G/3G, e WiFi, per poter configurare più canali contemporanemante. Si tratta di un requisito fondamentale per le installazioni commerciali che assicura la massima ridondanza e resilienza nel sistema di comunicazione.
Grazie alla sua architettura “super ibrida”, che combina accessori cablati, mono e bi-direzionali e Risco Bus favorisce un’installazione ottimizzata. Inoltre, i rivelatori Risco Bus consentono di ridurre il cablaggio e di realizzare installazioni più veloci, oltre a offrire i benefici della configurazione da remoto.
Gli utenti possono richiedere la video verifica basata su cloud tramite VUpoint e installare telecamere IP per interni ed esterni, integrate col sistema. In questo modo hanno la possibilità di monitorare da remoto l’area di interesse attraverso l’app disponibile per smartphone oppure tramite l’interfaccia web, inserire e disinserire l’allarme e ricevere notifiche in caso di pericolo in corso o su richiesta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

13.05.16