mercoledì , 20 settembre 2017
AE NEWS
Home < DOSSIER DOMOTICA – Ottobre 2015

DOSSIER DOMOTICA – Ottobre 2015

4Power

4Power_DOMO_400_UPS_Guida_DIN-V24Power presenta Domo, un UPS miniaturizzato da 400 VA pensato per impianti domotici e building automation, installabile in quadri elettrici su guida DIN (15 moduli). Domo è la risposta alle esigenze dei clienti che chiedevano un UPS per quadri elettrici, senza particolari necessità di ventilazione, con un ottimo rapporto qualità prezzo e bassi costi di manutenzione.
L’obiettivo di Domo è di fornire, in caso di blackout, continuità elettrica alle logiche di controllo di un impianto, per garantire il funzionamento senza interruzioni di apparati primari come: memorie, controller, PLC, switch, modem/routers ecc. Oppure inserito in cascata ad un UPS centrale per creare livelli successivi di continuità in caso di blackout prolungati. Domo è utile ovunque ci sia bisogno di un piccolo UPS, installabile in modo pulito, che permetta a carichi di ridotta potenza di operare con continuità anche in situazioni critiche. La semplicità di funzionamento e il costo ridotto lo rendono adatto anche per assicurare alimentazione a router, switch, telefoni DECT o centralini VoIP. In ambito sicurezza Domo 400 può essere utilizzato come riserva di energia per apparati vitali come combinatori o sistemi di comunicazione, DVR o videocamere di sorveglianza, oppure semplicemente per mantenere attivo un registratore digitale TV ed evitare di perdere la registrazione di un programma importante.

 

 

 

 

BFT

BFT-acces-clonix-ulink+cpesU-Link è la piattaforma tecnologica Bft, progettata per connettere i singoli dispositivi fra loro, e con l’utente, attraverso protocolli di comunicazione di diversa natura, quali, per esempio, Blue Tooth per il mondo Home Access Automation e TCP/IP per il mondo Urban Access Automation. Il tutto all’interno di un sistema integrato nei prodotti dell’azienda, ma estendibile anche ad altri produttori. Grazie a questa innovazione, ogni installazione può essere monitorata, attivata da remoto e ampliata senza limite.
Ciò è possibile grazie alle schede di espansione B-Eba, un gateway di proprietà Bft che consente di dialogare con diversi protocolli di comunicazione. La tecnologia U-Link consente, inoltre, grazie alla Clonix U-Link, di connettere ai moderni dispositivi di comando anche le automazioni di precedenti generazioni o a prodotti di marche terze.
La piattaforma incrementa l’interazione fra impianto e persone. L’interconnettività consente di controllare e comandare da remoto automazioni e accessi di casa grazie all’app Blue Entry, e gestire tutti i sistemi installati con Magistro, il sistema wireless di controllo accessi da remoto che utilizza la tecnologia Cloud e il protocollo Z-Wave. Anche l’installatore sarà avvantaggiato da U-Link perché potrà monitorare a distanza gli impianti utilizzando U-Base e U-Service, i due software nati per la gestione e la manutenzione delle automazioni in ambito domestico, industriale e commerciale. Molti i vantaggi per l’installatore. Cambiando la B-Eba, gateway proprietario di Bft, è possibile adattarsi a molteplici e diversi linguaggi di comunicazione. Il sistema può funzionare con o senza una connessione di network, secondo la B-Eba gateway installata. U-Link consente la manutenzione da remoto dei prodotti. Inoltre è scalabile e consente la realizzazione di gruppi di prodotti.

 

 

 

 

Came

CAM_ETI_DOMO-XIP-67100141L’integrazione tra il sistema domotico Came e il sistema di videocitofonia Bpt è possibile grazie al server di sistema ETI/Domo XIP, il quale, oltre a disporre di tutte le funzionalità di controllo dei moduli domotici previsti nell’impianto, garantisce il collegamento tramite rete LAN ai posti esterni videocitofonici della linea XIP Bpt, permettendo ai terminali touch screen TS7 e TS10 di funzionare come derivati interni.
Il server è equipaggiato con due interfacce di rete Ethernet 10/100 Mbits configurabili in modalità “switch” o “dual-network”. Quest’ultima, permette di separare la rete LAN interna dell’appartamento dalla rete LAN condominiale, consentendo all’utente di utilizzare normalmente la propria rete e ricevere nel contempo le chiamate da posto esterno tramite la rete comune. Il tutto avviene in maniera protetta, di modo che ogni appartamento provvisto di ETI/Domo XIP veda solo la propria rete locale e non quella degli altri condomini, condividendo solo la LAN comune per la ricezione di chiamate dai posti esterni. Grazie a ETI/Domo XIP i terminali touch screen TS7 e TS10 supportano la chiamata da posto esterno, l’autoinserimento, ossia il collegamento diretto al posto esterno in assenza di chiamata e l’intercomunicazione con altri terminali (selezionabili tramite apposita lista contatti). Con ETI/Domo XIP il sistema è inoltre predisposto per tutte le funzioni del sistema XIP, come ad esempio la videosegreteria (registrazione chiamate da posto esterno).

 

 

 

 

Fracarro

fracarroMOD-BOXDa sempre Fracarro è impegnata nello sviluppo di soluzioni tecnologiche innovative, in grado di soddisfare le esigenze degli operatori anche in termini di semplicità e di praticità d’uso. Il modulo MOD-LAN, ad esempio, che permette di collegare le centrali Defender Fracarro con la rete Internet/Intranet, dispone oggi di nuove funzionalità, per un impiego ancora più efficiente. Tramite l’utilizzo di un codice univoco di identificazione dell’impianto (UID), infatti, il modulo MOD-LAN rende ora possibile la connessione a Internet direttamente dal menu della centrale, in modo rapido e gratuito, anche in caso di impianti antintrusione con IP dinamico e senza bisogno di registrarsi a servizi esterni come No-IP o DynDNS. Un’altra interessante caratteristica riguarda l’invio tempestivo di notifiche push al verificarsi di un evento di allarme o disinserimento non autorizzato dell’impianto: in questo modo l’utente riceve direttamente sul proprio smartphone o tablet un messaggio pop-up con le informazioni sullo stato del sistema, anche senza essere connesso in quel preciso momento. La funzione è disponibile tramite installazione dell’applicazione iDefender, progettata dal reparto ricerca e sviluppo Fracarro per la gestione da remoto degli impianti antintrusione Defender. L’App, disponibile gratuitamente per dispositivi Apple e Android, consente di controllare completamente il sistema e di attivare funzioni di tipo domotico come ad esempio l’accensione delle luci, del climatizzatore o dell’impianto di irrigazione.

 

 

 

 

Gewiss

gewiss-MasterICE_000162Master ICE di Gewiss è il fulcro di tutti i dispositivi d’impianto che permettono di governare lo spazio domestico. Con il pannello touch screen Master ICE è possibile controllare, da un unico punto, tutte le funzioni della casa: punti luce, tapparelle, impianto di climatizzazione, irrigazione, dispositivi d’allarme, videocitofonico e videocontrollo. Quello che rende Master ICE un navigatore d’impianto alla portata di tutti è la sua semplicità di utilizzo. Basta la semplice pressione di un dito per azionare contemporaneamente più dispositivi, per visualizzare l’esterno dell’abitazione o per impostare la temperatura in ogni ambiente della casa. Il nuovo navigatore dell’impianto è caratterizzato da un’interfaccia utente semplice ed intuitiva, integrata nell’ambiente operativo di Microsoft® Windows 8 e grazie al display multi touch consente modalità di interazione basate sull’utilizzo di “gesture” divenute ormai abituali con la diffusione di tablet e smartphone. Inoltre, l’interfaccia di Master ICE è personalizzabile con mappe, planimetrie, immagini o icone che rendono intuitiva e immediata la supervisione e la visualizzazione di tutte le funzionalità. Creare anche gli scenari più complessi risulterà estremamente facile. Alle funzioni domotiche, il pannello GEWISS aggiunge la possibilità di controllare e gestire anche contenuti multimediali quali messaggi testuali a video con funzione post-it, messaggi audio, media Player, navigazione web, Email, web radio, RSS-FEED. E con altrettanta facilità la casa può essere comandata anche in caso di assenza. Master ICE permette infatti di interagire con l’abitazione da remoto, via internet, utilizzando un personal computer, un tablet pc o uno smartphone, mediante WebApp o utilizzando App dedicate. Con un semplice click si possono eseguire comandi e ricevere le immagini provenienti dalle videocamere. Ovunque tu sia. Il design del navigatore d’impianto Master ICE, infine, si caratterizza per l’eleganza.

 

 

 

 

Hager

hager-TYA663AHager propone: la nuova gamma di moduli di uscita KNX dedicata al terziario, caratterizzata da una serie di funzioni inedite in termini di sicurezza, manutenzione preventiva, gestione dell’illuminazione, efficienza e controllo energetico. La gamma è composta da moduli ON/OFF da 4 a 10 canali con portate fino a 16 A anche per carichi capacitivi e/o con misuratore di corrente. Sono inoltre disponibili moduli specifici per dimmer e moduli ON/OFF in versioni ad incasso ad 1 o 2 uscite. Su ogni prodotto di questa nuova gamma sono disponibili le seguenti funzioni che si aggiungono a quelle normalmente presenti: scenario dinamico: memorizza lo stato delle uscite prima di un determinato evento. Lo stato può essere quindi richiamato; modulo logico separato: è possibile creare delle operazioni logiche AND/OR e NOT su ogni modulo in maniera completamente indipendente dalle uscite del modulo stesso; funzione di lampeggio, utilizzabile, ad esempio per preavvisi di spegnimento in luoghi pubblici o segnalazioni di scadenze particolari (es. l’ora di prenotazione del campo da tennis); blocco oggetti evoluto e blocco integrale con esclusione del comando manuale frontale; Gestione led stato: in caso di necessità è possibile spegnere i led di segnalazione riducendo i consumi energetici sul bus KNX; fino a 3 livelli di allarme priorizzabili in maniera differente; conteggio commutazioni e del numero di ore di funzionamento; diagnostica avanzata: viene segnalato il comportamento anomalo di contatti che dovrebbero essere aperti (contatti incollati) oppure chiusi (blocco meccanico relè); diagnostica avanzata: rileva l’assenza di corrente a contatto chiuso. Può essere utile per segnalare l’apertura volontaria o involontaria di un interruttore a monte del contatto nei casi dove il contatto alimenta dei sistemi di sostentamento (irrigazione e/o ventilazione)); diagnostica avanzata: controllo sovraccarico, sovratensione e surriscaldamento del modulo e frequenza di commutazione elevata (solo per i moduli dimmer).

 

 

 

 

Vimar

Vimar-Multimedia-video-touch-screen-Eikon-EvoLa domotica Vimar vuole rispondere alle diverse esigenze di chi progetta, realizza e vive gli spazi abitativi e fa sì che un edificio, per essere davvero accogliente, sia anche intelligente. In quest’ottica l’azienda ha sviluppato By-me, il sistema domotico per la completa gestione della casa.
Basato su protocollo integrabile su standard KNX, By-me è un sistema Bus configurabile tramite centrale domotica o tramite software dedicato EasyTool Professional, e racchiude in sé un insieme di soluzioni per il controllo, il comfort, l’efficienza energetica e la sicurezza in cui home automation, videocitofonia, TVVC e automazioni dialogano tra loro in modo costante grazie ad una sofisticata e innovativa tecnologia.
Avere sempre tutto sotto controllo, anche quando si è lontani, dalle movimentazione delle tapparelle alla supervisione delle telecamere a circuito chiuso: questo è By-me. Un sistema che permette di creare scenari di benessere abitativo, dosando le luci e il clima a seconda dell’occasione. Monitorando e ottimizzando i consumi energetici. Mettendo in sicurezza ogni ambiente con tecnologie che tutelano sia le persone che i loro beni. I punti di forza del sistema sono semplicità di programmazione e possibilità di realizzare una integrazione delle funzioni offerte, come automazione luci, motorizzazioni, antiintrusione, diffusione sonora, gestione energia, termoregolazione, videocitofonia e TVCC. I dispositivi che compongono il sistema sono in grado di comunicare con dispositivi certificati KNX tramite datapoint, il protocollo definito dal modello di “Interworking” dello standard KNX. Inoltre, poiché By-me si basa sugli stessi principi del linguaggio KNX, il sistema è “open”, integrabile quindi a livello fisico – tramite lo stesso Bus – anche con sistemi KNX di terze parti.