mercoledì , 20 settembre 2017
AE NEWS
Home < DOSSIER UPS – Gennaio/Febbraio 2015

DOSSIER UPS – Gennaio/Febbraio 2015

4Power

4Power-Eurogroup-Commander-4Power presenta Commander, la nuova linea Eurogroup di UPS Trifase parallelabili, con potenze da 10 a 600 kVA. La progettazione della nuova serie ruota attorno a tre elementi: sicurezza, scalabilità e risparmio energetico. Utilizzando UPS parallelabili è possibile raggiungere una continuità detta “Six Nine”, ossia 6 volte nove che equivale a 99.9999% di certezza nella continuità. La ridondanza multipla, permette di avere una riserva di potenza in caso di guasto o manutenzione di una delle unità, e la sostituzione senza interruzioni utilizzando un quadro di parallelo.
L’UPS è adatto per applicazioni mission critical come webfarm, sistemi di telecomunicazioni o applicazioni elettromedicali di potenza come le TAC. Il risparmio energetico è un fattore critico nel settore delle ICT. Si stima che In Europa i consumi legati alle ICT siano l’8-10% del totale e che raddoppieranno nel 2020. I gruppi di continuità Commander combinano le tecnologie Trafoless, alta frequenza, conversione IGBT per raggiungere un’efficienza superiore al 95%. La tecnologia On Line a doppia conversione, della serie Commander, fornisce costantemente ai carichi collegati una tensione perfettamente sinusoidale, esente da armoniche, disturbi transitori e micro interruzioni. Questo si traduce in un doppio risparmio: riduzione dei guasti e dell’usura degli apparati collegati e un fattore di potenza in ingresso pari a 1, in pratica un assorbimento dalla rete perfettamente sinusoidale indipendentemente dai carichi collegati, riduzione distorsioni reiettate sulla rete, che si traduce in notevole risparmio sulla bolletta energetica. L’ampia gamma di opzioni per la connettività semplifica la gestione remota, mentre l’interfaccia user-friendly con pannello sinottico e il display LCD permettono l’accesso diretto a tutte le funzioni e al registro degli eventi.

 

 

 

 

 

Eaton

eaton-Data_Center_Raised_FlEaton ha lanciato gli´UPS Power Xpert 9395P. Il primo modello Power Xpert 9395 è stato il primo UPS senza trasformatore, lanciato nel 2007. Con il 10% di potenza in più e il 18% di calore dissipato in meno, la nuova versione soddisfa le esigenze di affidabilità dei grandi data center, oltre che delle applicazioni sanitarie, finanziarie e bancarie, del controllo di processo e delle telecomunicazioni. Con Power Expert 9395P, la gamma si estende fino a 1100 kW per soddisfare la maggior parte delle esigenze di protezione, dalle server room più piccole ai data center più grandi, un UPS che risponde alle normative e agli incentivi disponibili in tutta l’area EMEA. Una maggiore potenza viene erogata nelle stesse dimensioni grazie a un’efficienza più alta che, nella modalità a doppia conversione, raggiunge il 96,3% e una densità di potenza più elevata. Il nuovo 9395P offre quindi il 10% di potenza in più del suo predecessore, portando a costi operativi significativamente inferiori e ad un ritorno dell’investimento iniziale di capitale entro due o tre anni. Inoltre produce il 18% di calore in meno durante l’uso che permette di ridurre la necessità di raffreddamento. Per garantire un’efficienza così elevata, anche a livelli di carico bassi, il nuovo 9395P utilizza il Variable Module Management System (VMMS) Eaton, che ottimizza i livelli di carico dei moduli di potenza nei singoli UPS o nei sistemi UPS in parallelo, sospendendo le parti elettroniche dell’UPS non necessarie. Inoltre, la tecnologia Energy Saver System (ESS) Eaton sospende i moduli di potenza quando non è richiesta la filtrazione dell’energia ed eroga la potenza attraverso l’interruttore statico di bypass, incrementando l’efficienza fino al 99%. L’UPS è sempre pronto a passare nella modalità a doppia conversione in meno di due millisecondi. Il nuovo 9395P presenta inoltre la tecnologia di condivisione del carico Hotsync (brevetto Eaton) per un funzionamento affidabile dell’UPS sincronizzando i moduli di potenza in parallelo e gli UPS senza necessità di una linea di comunicazione o di segnali di sincronismo.

 

 

 

 

 

GTec

GTec-MUSTGTec presenta una nuova gamma di UPS modulari, Must 400, versatile per le soluzioni proposte, con una estesa gamma di potenze, tali da coprire le esigenze dei piccoli, medi e grandi Data Center.
Must 400 si compone di moduli UPS trifasi da 10 kVA, 20 kVA, 30 kVA che funzionano in parallelo, vengono alloggiati in armadi con potenza di distribuzione da 20 kVA a 300 kVA per singolo armadio; l’architettura prevede un singolo by-pass pari alla potenza massima del sistema (questa soluzione è preferita per i sistemi modulari e il sistema può arrivare fino a 900 kVA con parallelo di più armadi). Modularità e ridondanza assiucurano una elevata protezione ai sistemi informatici alimentati.
GTec ha esteso tali concetti costruttivi anche ai banchi batterie e propone Must 400 in versioni compatte, con cassetti di batterie estraibili a caldo per la massima funzionalità e facilità di manutenzione. Gli stessi moduli UPS sono estraibili a caldo mediante connessione ad innesto, e il modulo di by pass centralizzato è estraibile in cassetto senza cavi di collegamento.
Le problematiche di installazione della macchina sono facilitate grazie all’ingresso cavi di alimentazione sia dall’alto che dal basso e di due ingressi rete separati (dual input). La soluzione dell’elettronica di potenza dell’inverter è del tipo a tre livelli che consente minori perdite in commutazione, quindi un rendimento più elevato. Altre caratteristiche sono lo stadio raddrizzatore con tecnologia IGBT, con assorbimento sinusoidale da rete e fattore di potenza unitario. Ciò comporta una bassissima distorsione di corrente (THD<3%) in rete.
A livello di interfaccia verso l’utente il diplay di Must 400 è ricco di informazioni sempre associate ad un diagramma di flusso di energia. Ne risulta una facilità di lettura per l’utente.

 

 

 

 

Phoenix Contact

Phoenix-4602Il modulo UPS Quint AC-UPS con tecnologia IQ di Phoenix Contact garantisce un’elevata disponibilità di impianti per carichi con tensione a 120 o 230 V AC ed una potenza di 500 VA. Per la tensione di uscita è disponibile una curva sinusoidale pura che consente di alimentare, senza disturbi, anche utenze sensibili in reti con tensioni da 80 a 264 V AC. L’alimentatore è integrato nella custodia e diventa, grazie all’aggiunta di una batteria, una soluzione UPS intelligente, permettendo l’alimentazione del carico senza interruzioni sia in caso di alimentazione a rete sia in caso di mancanza di rete.
L’UPS offline può essere combinato con batterie al piombo con capacità da 3,4 a 38 Ah. Per una maggiore durata elettrica e tempi di copertura fino a 45 minuti è adatta la batteria agli ioni di litio. I moduli UPS-CAP con condensatori a doppio strato esenti da manutenzione, possono raggiungere una durata di oltre 20 anni a temperature ambienti da -40 fino a +60 °C, mentre le batterie al piombo con range di temperatura esteso WTR offrono tempi di buffer di due ore con 400 W di potenza o 40 ore con 15 W di potenza. La tecnologia IQ è in grado di mettere in comunicazione il modulo batteria con il modulo UPS al fine di rilevare gli stati di funzionamento principali come la tensione o la temperatura, assicura la trasparenza necessaria per un’alimentazione stabile ed ininterrotta nonché condizioni ottimali di utilizzo della batteria. La gestione intelligente della batteria controlla lo stato di carica della batteria collegata, calcola l’autonomia residua e ne segnala la vita elettrica residua.
Le informazioni fornite dal modulo UPS possono essere inoltrate via Ethernet a controllori di livello superiore o implementate direttamente nelle soluzioni di controllo proprietarie di Phoenix Contact.

 

 

 

 

SIEL

Siel-SPM-foto-gruppoGrazie alla sua modularità reale, al basso consumo energetico e all’alta affidabilità, Safepower Modular SPM di SIEL, con potenza da 40 fino a 6240 kVA, è la soluzione adatta per tali applicazioni.
L’architettura modulare reale su cui si basa Safepower Modular SPM prevede che ogni modulo UPS da 40 kVA, tutto contenuto in un singolo cassetto a 19’, contenga l’HW e il SW necessario per la piena operatività del sistema. Ogni modulo è virtualmente un completo UPS, incluso il by-pass statico e un pannello di controllo. Si eliminano così i possibili single point of failure. Un eventuale modulo da sostituire non influisce sugli altri moduli in funzione, prevedendo una diminuzione temporanea di potenza erogabile di non più di 40kVA.
Comodi cassetti plug-n-power alti 3u possono essere inseriti a caldo con ampia possibilità di espandibilità verticale e orizzontale e, a loro volta, gli armadi completi di moduli potranno essere configurati in parallelo fino a una potenza di 6240 kVA. Questo approccio modulare permette una ridondanza multipla N+X. I moduli possono essere rimossi o inseriti anche sotto tensione, senza rischio per il carico critico e senza dover trasferire l’alimentazione. Ciò risolve i problemi di continuità operativa, riduce significativamente i tempi medi di riparazione (MTTR), aumenta l’affidabilità, riduce il numero di pezzi di ricambio a magazzino e semplifica gli aggiornamenti del sistema (gestione di un solo tipo di modulo).
Safepower Modular SPM ha un costo di gestione basso, sia grazie alla modularità e alla scalabilità, sia grazie al rendimento energetico che dal 96% in modalità doppia conversione arriva fino al 99% in Smart Energy Saving mode. Una interfaccia utente touchscreen, assieme ad una avanzata unità monitoring, permettono un monitoraggio immediato e completo, anche da remoto nei più svariati protocolli di comunicazione.

 

 

 

 

Socomec

socomec-ModulysGP_2Risultato di studi Socomec e approfondite analisi delle esigenze dei clienti, Modulys GP.100% modulare e 100% ridondante, da 50 a 600 kW, va ad arricchire la famiglia di prodotti Green Power 2.0. Gli UPS Modulys GP permettono non soltanto di garantire un’elevata disponibilità e soddisfare le esigenze di scalabilità delle infrastrutture informatiche, ma anche di far fronte alle sfide impreviste nella progettazione di infrastrutture sicure. La nuova gamma è stata progettata sulla base di un’architettura di moduli a doppia conversione ridondanti. I moduli di potenza e i moduli batteria sono sostituibili a caldo. L’architettura basata sul concetto innovativo «Forever Young» garantisce semplicità e rapidità nello svolgimento dei numerosi servizi professionali associati. Tale architettura consente, per esempio, di migliorare la sicurezza delle operazioni di manutenzione, garantendo la disponibilità del servizio. Essa consente, inoltre, di garantire l’upgrade del sistema per tutto il ciclo di vita della soluzione. Il rendimento VFI è ottimale e il fattore di potenza 1 assicura elevata densità di potenza.
La nuova gamma Modulys GP è sviluppata e prodotta nel Centro d’Eccellenza italiano e beneficia dei recenti progressi compiuti da Socomec nel campo della Lean Manufacturing.
La gamma è inoltre stata progettata in linea con le raccomandazioni del codice europeo di condotta (CoC) che disciplina i data center per la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di carbonio. Il rendimento e le prestazioni della gamma Modulys GP sono stati testati e verificati da un ente indipendente Il valore di MTBF dei moduli di potenza è stato certificato da un ente indipendente come il migliore del suo genere sul mercato (IEC 62380).
Lo stabilimento di produzione è certificato in base alle norme ISO 9001:2008 e ISO 14000:2004.