mercoledì , 19 settembre 2018
AE NEWS
Home < NEWS DALLE AZIENDE < Il segreto Solarwatt per ottimizzare l’autoconsumo FV

Il segreto Solarwatt per ottimizzare l’autoconsumo FV

Per ottimizzare l’investimento di un sistema di accumulo in ambiente residenziale è importante dimensionare accuratamente la capacità della batteria, che non sia né sottodimensionata né sovradimensionata rispetto alle esigenze reali: in un caso sarebbe inefficace, nell’altro sarebbero soldi sprecati. Il sistema di accumulo Solarwatt, modulare e scalabile con moduli batteria da 2,4 kWh a 12 kWh permette di farlo, quindi di realizzare una configurazione “su misura” per le esigenze energetiche del cliente. Il caso che si prende in esame è un impianto fotovoltaico residenziale da 6 kW, installato del 2011 e incentivato con il quarto conto energia. Si tratta dell’abitazione privata in provincia di Novara del Sig. Carlino Sensolo, molto attento all’ambiente e a ridurre la dipendenza dalla rete elettrica nazionale, che ha scelto di consumare il più possibile energia solare. Per migliorare la quota di energia autoconsumata ha deciso di aggiungere all’impianto un sistema di accumulo, rivolgendosi a Negawatt, società di consulenza nel settore energetico, che per prima cosa ha analizzato i consumi per individuare il corretto dimensionamento della batteria. L’abitazione è caratterizzata da importanti consumi elettrici, dovuti all’impianto di climatizzazione e alla piscina, con illuminazione notturna. La scelta è quindi stato il sistema d’acccumulo MyReserve di Solarwatt, nella configurazione da 9,6 kW, quindi un modulo MyReserve Command, che contiene l’elettronica di potenza, e quattro moduli batteria MyReserve Pack ciascuno da 2,4 kW. Nell’attuale configurazione il sistema dovrebbe aumentare la quota di autoconsumo del 45%, passando dal 30% al 75%. L’impianto è inoltre predisposto per una presa di ricarica per l’auto elettrica, come da richiesta esplicita del proprietario.

 

22.08.18