mercoledì , 26 luglio 2017
AE NEWS
Home < VISTI A… SPS – luglio/agosto 2015

VISTI A… SPS – luglio/agosto 2015

Eaton

eaton-EA3766-VSD-pump-system-1Eaton unendo le proprie competenze in ambito elettrico ed idraulico offre soluzioni con pompe ad azionamento a velocità variabile (VSD) che migliorano le prestazioni e riducono il consumo di energia fino al 70%. Il sistema elettro-idraulico integrato è versatile e comprende un’ampia gamma di pompe a pistoni e a palette, filtri, inverter, dispositivi di manovra e di comando, oltre all’innovativa tecnologia di cablaggio intelligente SmartWire-DT di Eaton. Il campo d’impiego comprende il settore delle macchine utensili, le applicazioni di stampaggio in fusione, lavorazione dell’acciaio, applicazioni sulle presse, dove si potrà beneficiare di una durata prolungata delle macchine grazie alla riduzione della generazione di calore e di una maggiore sicurezza e comfort per l’operatore grazie alla riduzione dei livelli di rumorosità delle pompe. Combinando la concentrazione di potenza e le prestazioni delle pompe Eaton con la funzione di controllo intelligente dei VSD, il sistema può raggiungere la potenza richiesta con un’efficienza energetica maggiore rispetto ad un sistema convenzionale con valvola proporzionale. Il prototipo è stato configurato per funzionare sia a velocità fissa che variabile. Nella modalità a velocità fissa, l’avviatore a velocità variabile (Variable Speed Starter, VSS) PowerXL DE1 dimostra un’opzione secondo la quale la pompa puó funzionare anche a velocità ridotta. La pompa VSD aziona due cilindri. Introducendo i moduli I/O SmartWire-DT IP67 e portando così SmartWire-DT all’esterno del quadro di comando, l’installazione di sensori e attuatori per il monitoraggio per esempio del movimento verticale dei cilindri o della temperatura e pressione del sistema di pompa risulta semplice, rapido e flessibile. Dal momento che i moduli IP67 sono disponibili come unità con un unico I/O, i costruttori di macchine possono disporre di una maggiore libertà di scelta in termini di costruzione delle stesse.

 

 

 

 

Finder

finder009Finder presenta la serie 70 Report si tratta di relè di controllo tensione per reti mono e trifase, La serie prevede sei modelli: 70.11, 70.31, 70.41 e (ed è una novità) 70.42, 70.61 e 70.62. 70.42 è un modello multifunzione trifase che permette il controllo di sottotensione e sovratensione, della sequenza delle fasi, della mancanza fase, dell’asimmetria e della mancanza neutro. Il relè lavora in logica a sicurezza positiva, il contato si apre quando il valore misurato esce dal campo impostato. Tutte le funzioni e i valori possono essere facilmente impostati tramite selettori e regolatori frontali. L’involucro “blade + cross” presenta regolatori, selettore funzioni, gancio per barra 35 mm, tutti manovrabili con cacciaviti sia a taglio che a croce. Il relè presenta 2 contatti di scambio e 8 A. Altra caratteristica è la modularità (larghezza 35 mm) e il montaggio su barra 35 mm (EN 60715). Il ritardo dell’intervento è regolabile tra 0,5 e 60 s. Tra gli altri modelli della gamma segnaliamo il più “piccolo” 70/11, l’unico con tensione di alime3ntazione monofase. Tra le funzioni c’è il controllo della sottotensione e della sovratensione.

 

 

 

 

Mitsubishi Electric

Mitsubishi_SPS2015_iQ-FMitsubishi Electric ha introdotto il nuovo controllore compatto MELSEC FX5U, primo modello della nuova serie iQ-F e successore della consolidata gamma MELSEC FX3. Per mantenere la competitività senza andare ad intaccare le marginalità, le aziende sono chiamate ad innovare i loro processi produttivi per aumentare la produttività dell’intero ciclo. Per aiutare a raggiungere questi ambiziosi traguardi Mitsubishi Electric introduce l’innovativa serie di controllori Melsec iQ-F, stabilendo un nuovo “standard” nel campo dei PLC compatti di ultima generazione. FX5U, il primo controllore della famiglia iQ-F, grazie ad un processore due volte più veloce, al bus interno di ben 150 volte più rapido rispetto al precedente, e al datalogger.integrato, consente un sensibile miglioramento della produttività degli impianti, riducendo i costi operativi totali ed i consumi energetici, con performance finora impensabili. Inoltre, l’estrema compattezza, abbinata ad un moderno design, caratterizzano il PLC FX5U, soddisfacendo al meglio le richieste attuali del mercato. Le unità di base del nuovo FX5U, progettate per soddisfare i numerosi standard internazionali, sono dotate di processori innovativi e operano in un ampio range di alimentazioni. La nuova gamma dispone di modelli con 32, 64 e 80 I/O, sia relè che transistor, espandibili localmente fino a 256 I/O e fino a 512 I/O grazie all’apertura alle principali reti di comunicazione. Tutti i modelli integrano di base 2 ingressi e 1 uscita analogica e una porta seriale RS485. L’integrazione della famiglia iQ-F con le soluzioni di automazione di Mitsubishi Electric, quali Inverter FR-800, Servo MR-J4 e HMI GOT 2000, grazie anche ai moduli di comunicazione seriale RS-485, RS-232C RS-422, è totale e trasparente, consentendo l’esaltazione delle prestazioni a vantaggio della produttività.

 

 

 

….

 

Testo completo sul numero di Luglio/Agosto 2015