sabato , 2 Luglio 2022
AE NEWS
Home < NEWS ATTUALITA' < Covid-19 e industria dell’illuminazione

Covid-19 e industria dell’illuminazione

ASSIL – Associazione Nazionale Produttori Illuminazione federata ANIE Confindustria – ha condotto un’indagine per valutare le ripercussioni che l’emergenza sanitaria da Covid-19 sta avendo sulle imprese associate che, con un fatturato complessivo di oltre 2,8 miliardi di €, rappresentano oltre il 65% del mercato italiano dell’illuminazione e oltre 8.700 addetti. Le imprese ASSIL hanno evidenziato un quadro sostanzialmente negativo derivante dal protrarsi dell’epidemia, contribuendo a definire una fotografia dello scenario attuale. Solo il 12,8% delle aziende sono totalmente operative, anche a livello produttivo, mentre il 15,4% dichiarano di essere completamente chiuse. Nelle imprese parzialmente aperte, il 71,8% del campione, le principali attività riguardano le spedizioni, il ricevimento merci, la progettazione e il comparto Ricerca e Sviluppo. In generale la capacità produttiva è più che dimezzata per il 60,9% delle aziende, con conseguente impatto sia sulla riduzione del fatturato sia sull’impiego del personale. Anche le previsioni relative all’andamento del fatturato nel 2020 sono pessimistiche. Il 46,2% delle aziende prevede, infatti, un calo del fatturato compreso tra il 30 e 50% nel primo semestre e il 51,5% si attende una decrescita del fatturato complessivo 2020 oltre il 30%, vanificando di fatto segnali positivi registrati all’inizio dell’anno. In questo contesto oltre il 70% delle aziende individuano anche nella mancata partecipazione agli eventi e manifestazione fieristiche le cause di riduzione del fatturato. Le principali problematiche evidenziate dalle imprese nella gestione della propria attività riguardano, in particolare, il rallentamento della domanda di beni e servizi, la difficoltà nel reperimento delle materie prime, problemi nei pagamenti da parte dei clienti e mancanza di liquidità per garantire il corretto funzionamento dell’azienda. Permangono, inoltre, difficoltà nel reperimento di DPI, elemento indispensabile per consentire l’attività lavorativa in sicurezza.  Le aziende, inoltre, hanno confermato il trend di incremento esponenziale di modalità di lavoro agile o telelavoro.

 

25.05.2020