sabato , 5 dicembre 2020
AE NEWS
Home < NEWS ATTUALITA' < In futuro Trentino energeticamente autonomo

In futuro Trentino energeticamente autonomo

Lo studio della Fondazione Bruno Kessler pubblicato sulla rivista internazionale “Energy risponde al quesito su quale sia il mix tecnologico migliore per raggiungere gli obiettivi di CO2 al minor costo, a supporto del nuovo Piano energetico ambientale della provincia di Trento.
Luigi Crema, responsabile dell’Unità Ares di Fbk ha dichiarato che il principale punto di forza è l’abbondante produzione idroelettrica che genera un surplus di fonti rinnovabili rispetto alla domanda elettrica trentina. In questo contesto, una complessiva decarbonizzazione del sistema energetico trentino non può che passare da soluzioni di elettrificazione che permettano di usufruire dell’elettricità ‘verde’ trentina anche nei settori termico (mediante pompe di calore) e dei trasporti (mediante mobilità elettrica), anche avvalendosi di una quota di produzione di idrogeno”.
Diego Viesi, ricercatore dell’Unità Ares di Fbk ha dichiarato: Sono stati identificati il grado e l’evoluzione temporale delle misure di efficientamento energetico, di integrazione delle fonti rinnovabili e di elettrificazione (pompe di calore, veicoli elettrici, idrogeno), verso un Trentino energeticamente autonomo e a zero emissioni. Mantenendo costi complessivi simili agli attuali il futuro sistema energetico della Provincia autonoma di Trento potrà abbandonare i vettori stranieri (petrolio, gas), mantenendo le spese per vettori energetici, manodopera e tecnologie nel territorio locale, a beneficio delle aziende e dei cittadini trentini. Tutto ciò porta notevoli vantaggi per l’economia e la forza lavoro locali”.

 

14.09.20