martedì , 29 Novembre 2022
AE NEWS
Home < NEWS ATTUALITA' < Per ridurre le emissioni di CO2 le aziende puntano sugli accumulatori

Per ridurre le emissioni di CO2 le aziende puntano sugli accumulatori

Coca-Cola, Ikea, Lidl, Sony, Schneider Electric, Telekom … Sono solo alcune delle aziende (attualmente 796) di tutto il mondo e di ogni settore che hanno aderito alla Science Based Targets Initiative. In linea con i principi dell’Accordo di Parigi, l’iniziativa si pone l’obiettivo climatico su base scientifica di mantenere l’aumento della temperatura globale al di sotto di 1,5 gradi Celsius o comunque nettamente sotto ai 2 gradi. Per questo impegno i sistemi di accumulo possono rappresentare un fattore cruciale, poiché consentono un migliore utilizzo delle energie rinnovabili e contribuiscono in modo importante alla riduzione delle emissioni di CO2EES Europe, il salone specialistico dedicato alle batterie e ai sistemi di accumulo energetico più grande e internazionale d’Europa, si tiene dal 17 al 19 giugno 2020 presso Messe München e presenta un’ampia gamma di sistemi di accumulo pronti per conquistare il mercato, illustrando anche i progressi che l’intero settore storage ha compiuto negli ultimi anni. La fiera si svolge nella cornice di The smarter E Europe, la piattaforma per l’innovazione del nuovo scenario energetico. Le misure di contenimento delle emissioni di CO2 messe in atto dalle aziende che aderiscono all’iniziativa, oltre a tutelare il clima, comportano anche benefici economici. Il 55% dei dirigenti, ad esempio, riferisce vantaggi sulla concorrenza derivanti da questo impegno e il 79% vede il maggiore vantaggio economico nella più forte reputazione del marchio. Il 52% ha riscosso più fiducia tra gli investitori e il 63% afferma di voler promuovere l’innovazione con obiettivi climatici autoimposti. Il potenziale della riduzione della CO2 e i vantaggi economici derivanti dall’utilizzo di sistemi intelligenti di accumulo sono così elevati che oggi si stanno implementando soluzioni innovative in molte applicazioni nei più svariati comparti economici.

 

27.02.20