martedì , 25 Giugno 2024
AE NEWS
Home < NEWS DALLE AZIENDE < Soluzioni ad acqua refrigerata  

Soluzioni ad acqua refrigerata  

Vertiv ha inaugurato una nuova sala di test all’interno del Thermal Management Centre di Tognana, in Italia. Il considerevole investimento incrementa in modo significativo la portata dei test e le capacità produttive dello stabilimento nello spazio esistente e conferma l’impegno costante di Vertiv nel promuovere lo sviluppo di sistemi ad acqua refrigerata per favorire l’adozione di soluzioni di raffreddamento a liquido. Si dimostra inoltre anche il supporto dell’azienda alle crescenti richieste dei data center, tra cui l’elaborazione ad alte prestazioni, l’intelligenza artificiale (AI) e l’AI generativa (GenAI). La rinnovata sala di test consentirà a Vertiv di effettuare test standard e personalizzati sulle apparecchiature dei clienti, includendo tutte le soluzioni di raffreddamento del proprio portfolio prodotti, sia raffreddate ad aria che ad acqua, bilanciando un carico termico superiore a 2 MW con una temperatura dell’aria all’interno della sala che può raggiungere i 55°C. Inoltre, Vertiv sarà in grado di testare anche unità dotate di refrigeranti a basso potenziale di riscaldamento globale (GWP). Questo ampliamento arriva in un momento critico per il settore dei data center. Gli operatori si stanno rapidamente espandendo per soddisfare le crescenti esigenze di capacità, cercando allo stesso tempo di ridurre al minimo l’impatto ambientale. Più di 100 gestori di data center europei e associazioni di categoria hanno sottoscritto il Climate Neutral Data Centre Pact impegnandosi a garantire la neutralità climatica entro il 2030. I sistemi ad acqua refrigerata svolgono un ruolo chiave nel contribuire al raggiungimento di questo obiettivo, consentendo agli operatori di aumentare le potenzialità del data center riducendo contemporaneamente le emissioni dirette e indirette. Questi sistemi utilizzano refrigeranti a basso GWP che consentono una significativa riduzione delle emissioni dirette e indirette di CO2, diminuendo quindi gli impatti di carbonio di un data center

 

03.11.23